BANDO L.R. 77/2000 SOSTEGNO ALLE IMPRESE DEL TURISMO. VIII BANDO

ENTE:

Fi.R.A., Regione Abruzzo

Pagina Web:
Anno:

2018-19

DATA PUBBLICAZIONE

19/10/2018

DATA Scadenza

20/6/2019

Categoria:

Fi.R.A., Regione Abruzzo, Turismo

 

FINALITA'

Il bando è volto ad ammodernare e qualificare il patrimonio turistico-ricettivo esistente, di realizzare nuove strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e all’aria aperta e di potenziare l’offerta turistico-balneare.

Obiettivi del bando sono:
a) Sostenere e agevolare gli investimenti, effettuati da imprese operanti nel settore del turismo,
     che siano  finalizzati al raggiungimento di elevati standard di qualità delle strutture ricettive, sotto l’aspetto:
          –  della riduzione del rischio sismico;
          – della sostenibilità ambientale, mediante l’utilizzo di tecnologie volte all’efficientamento energetico,
             alla riduzione di consumi di acqua potabile e di energia primaria;
          – dell’accessibilità per i turisti con disabilità motorie e sensoriali;
          – del riutilizzo del patrimonio edilizio esistente.
b) Sostenere e promuovere la diffusione della “cultura della qualità”, mediante l’acquisizione di marchi di qualità
      volontari, credibili ad alta visibilità nazionale ed europea quali ISO 9001, ISO 14001, EMAS, ECOLABEL europeo,
      ECOWORLDHOTEL

DESTINATARI


Micro, Piccole e Medie Imprese che realizzano gli interventi indicati nell’Avviso e che svolgono o che intendano svolgere attività di gestione delle strutture menzionate nell’Avviso nonché gli Enti no profit che gestiscano dette strutture esclusivamente per gli associati.
Sono ammissibili alle agevolazioni progetti d’investimento relativi alle seguenti attività:
     A) strutture ricettive alberghiere
     B) strutture ricettive all’aria aperta:
     C) strutture ricettive extralberghiere:
     D) stabilimenti balneari con Concessione Demaniale Pluriennale;
     E) parchi di divertimento permanenti di proprietà come definiti dal D.M. 23 maggio 2003 (Art. 25, 26 e 30).

INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a finanziamento gli interventi di seguito specificati.
Realizzazione di nuove strutture ricettive attraverso:
     • riconversione e recupero di edifici, anche mediante il completamento di manufatti edilizi, escluso
         l’acquisto  dell’immobile;
     • riattivazione di strutture ricettive in disuso, escluso l’acquisto dell’immobile;
     • Ampliamento, ristrutturazione, ammodernamento, straordinaria manutenzione di struttura ricettiva
        esistente, già in esercizio.
Stabilimenti Balneari e Parchi di divertimento:
     •    Ampliamento manufatto esistente, ristrutturazione, ammodernamento, straordinaria manutenzione.

Le spese riconoscibili sono quelle per beni materiali e immateriali necessari alle finalità del programma di investimento proposto, sostenute successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione.
In particolare sono ammissibili le spese, al netto dell’IVA, riguardanti:
Investimenti in beni materiali:
     – Opere murarie e assimilabili;
     – Impianti tecnologici mirati alla riduzione di consumi di acqua potabile, energia primaria ed
        all’efficientamento energetico.
     – Macchinari relativi agli interventi previsti per rendere la struttura accessibile per ospiti con disabilità
        motorie e sensoriali.
Investimenti in beni immateriali:
     – Realizzazione o aggiornamento siti WEB, programmi informatici, commisurati alle esigenze produttive
        e gestionali dell’impresa, nella misura massima del 2 % dell’importo totale delle spese ammissibili.
Spese per servizi di consulenza:
     – Progettazione, studi e direzione lavori;
     – Studi, consulenze e costi dell’organismo certificatore;
     – Relazione tecnica con asseverazione relativa alla riduzione del rischio sismico;
     – Spese per accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche relative agli interventi di riduzione
        del rischio sismico;
     – Spese per la diagnosi energetica ante e post intervento.

CONTRIBUTO CONCESSO

L’intensità di aiuti concedibile è stabilita nella misura massima del 60% dell’investimento ammissibile, e comunque non superiore a € 150.000,00;
Rispetto al costo totale ammissibile dell’intervento possono essere richieste le seguenti percentuali di contributo: 40%, 45%,50%,55%,60%.  Valori intermedi verranno ricondotti alla percentuale inferiore.
La soglia di investimento minimo ammissibile è fissata in 50.000 Euro.

TEMPI DI REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

Il programma d’investimento ammesso a finanziamento deve essere iniziato, pena la decadenza dal beneficio, entro un anno dalla data di comunicazione del provvedimento di concessione e risultare concluso entro il termine stabilito nel provvedimento stesso, che non può essere superiore a due anni dal suo inizio.

Ulteriori info

Per ulteriori info, visitare la pagina del portale della Regione Abruzzo dedicata al contributo:
 REGIONE ABRUZZO-L.R.77/2000-VIII BANDO